Per facilitare il ritorno delle ragazze a scuola e all'istruzione e nelle zone di conflitto

Progetto di reinserimento scolastico – Afghanistan

Programma “Destinazione Scuole – Afghanistan”

In collaborazione con “La Chaîne de l’Espoir”

Nel 2010, la Fondazione Cuomo ha iniziato a sostenere la riorganizzazione di una scuola nella regione del Panjshir, in Afghanistan. Questa ristrutturazione fa parte del programma “Destination Schools Afghanistan” creato e gestito da “La Chaîne de l’Espoir”, che promuove il ritorno delle ragazze a scuola e all’istruzione.

A causa del deterioramento e delle condizioni di insicurezza della scuola di Koha Tulkha, i genitori avevano paura di mandarci i loro figli. L’impatto positivo della ricostruzione è stato un aumento del 37% degli alunni per il nuovo anno scolastico nel 2010 (110 scolari in totale). La Fondazione Cuomo ha anche finanziato e fornito i kit per la scuola, l’igiene e le attrezzature scolastiche (penne, libri, uniformi, spazzolini da denti, sapone, shampoo, ecc.).

Per dare migliori opportunità di vita agli ex ragazzi delle favelas

Presença de Sabores, Miguel Couto

Un progetto intrapreso con il Partenariato della Croce Rossa di Monaco

Una collaborazione con la Croce Rossa di Monaco

All’inizio del 2011, in collaborazione con la Casa do Menor e Monaco Red Cross International Actions, è stato creato il progetto “Presença de Sabores” nella favela di Miguel Couto, a Rio de Janeiro.

Una struttura già esistente è stata completamente trasformata e attrezzata per funzionare come una scuola di formazione alberghiera e di ristorazione.

Questo progetto sociale dà agli ex ragazzi di strada una vocazione qualificata che permette a questi giovani adulti di trovare lavoro nel settore della ristorazione come assistenti di cucina, camerieri e baristi.

Sono state create delle partnership con professionisti locali, ristoranti e hotel per incoraggiare i collocamenti.

Un'iniziativa sanitaria sostenuta all'interno dell'Ospedale di Phnom Penh per aiutare i bambini cardiopatici

Hearts Pavilion, Cambogia

Il Padiglione dei bambini di Phnom Penh, in Cambogia, è un centro di salute e riabilitazione dedicato ai bambini con malattie cardiache. Il centro è gestito dall’Associazione francese “La Chaîne de l’Espoir”, presente in Cambogia dal 1988.

Una collaborazione con “La Chaîne de l’Espoir”
Un Partnership attiva tra il 2012 e il 2014

L’”Unità Alfredo e Elena Cuomo”, creata con il sostegno della Fondazione Cuomo, è stata inaugurata all’inizio del 2012 nel Padiglione dei Bambini. Offre molte nuove attrezzature e strutture tra cui una cucina, una sala d’attesa, una struttura odontoiatrica e delle camere per i pazienti. Fin dall’inizio, la Fondazione ha fornito un importante sostegno alle attività del Centro e questo fino al 2015.

“La Scuola all’Ospedale”

A causa delle cure richieste post-operatorie e della fase di ricupero a lungo termine, alcuni bambini del Padiglione subiscono notevoli ritardi nella scolarizzazione. Per minimizzare l’impatto di questo problema, la Fondazione Cuomo ha sostenuto un programma educativo chiamato “Scuola in ospedale”.

 

“La Caravane Cuomo de l’Espoir”

Istituita congiuntamente con “La Chaîne de l’Espoir” tra il 2012 e il 2014, questa iniziativa mirava a trasferire in Vietnam i neonati cambogiani a basso peso, affetti da gravi malattie cardiache. In Vietnam, i neonati sono presi in carico dall’Istituto del Cuore di Ho Chi Minh City, che pratica interventi a cuore aperto su questi pazienti.

Nell’ambito di questo programma, durato tre anni, venti neonati hanno potuto essere curati. Oltre ai bambini salvati, questo progetto ha fornito al personale medico cambogiano del Padiglione dei Bambini, che viaggia con i neonati, una formazione professionale oltreoceano molto utile.

La Caravane Cuomo si è fermata nel 2015, poiché il Padiglione ha avuto la capacità di effettuare interventi a cuore aperto su neonati fragili.

Sostenibilità del progetto

Per garantire la sostenibilità del Padiglione dei Bambini, i medici vengono reclutati a livello locale e formati nell’ambito di un progetto, avviato in collaborazione con il Ministero della Salute della Cambogia. Questo aiuterà il personale cambogiano ad assumere gradualmente la gestione del centro nei prossimi anni.

Fornire un'istruzione di alto livello alle ragazze meno fortunate

Progetto scolastico per giovani alunni

“Toutes à l’école” è un ONG francese che promuove l’istruzione di giovani ragazze provenienti da famiglie vulnerabili e dalla povertà estrema in Cambogia

In collaborazione con l’Associazione “Toutes à l’école”

In tutto il mondo, meno di un terzo dei bambini iscritti a scuola sono ragazze. Volendo contrastare questa anomalia, la giornalista Tina Kieffer ha deciso di fondare nel 2005 un’Associazione umanitaria chiamata “Toutes à l’école”. La missione è quella di fornire un’istruzione di alto livello alle ragazze meno fortunate e di permettere loro di trovare un lavoro in futuro dove possano godere di libertà e dignità.

Un allargamento della scuola Happy Chandara, un istituto gestito dall’ONG, è stato inaugurato il 4 aprile 2013 grazie al supporto fornito dalla Fondazione Cuomo.

Progetto di ristrutturazione scolastica dopo il terremoto del 2011

Destinazione Scuola – Haiti

In collaborazione con “La Chaîne de l’Espoir”

Nel 2011, in seguito al tragico terremoto, la Fondazione Cuomo ha finanziato, attraverso “La Chaîne de l’Espoir”, la ristrutturazione di 10 scuole nella regione di Mornes, Haiti (Dejeume, Roche Pierre, Balisiers, Ranou, Saut-Balisiers, Chrétien, Charles, Tofié, Bois Panyol e Deck). Ogni scuola è stata completamente rinnovata e attrezzata con scrivanie, panche e lavagne. Sono state costruite anche altre sei aule per aumentare la capacità di accoglienza

Un Istituto di studi post-scolastici/lavorativi per adolescenti e giovani adulti situato a Bamako, Mali

CECJ Monseigneur Luc Sangaré

Formazione professionale per giovani adulti

Il “Centro Luc Sangaré” è stato costruito nel 2006 nella periferia di Bamako, la capitale del Mali. Il Centro funziona come un istituto di studio post-scuola e di lavoro per adolescenti e giovani adulti, fornendo aree di studio, corsi serali e lezioni.

Nel 2010, la Fondazione Cuomo ha sostenuto il finanziamento di un ampliamento del Centro, un edificio a due piani che prevede due grandi aule supplementari, una biblioteca e un centro di videoconferenza. Oltre seicento studenti possono usufruire di queste strutture, tutte gratuite.

L’11 gennaio 2014, la Fondazione Cuomo ha inaugurato un ulteriore ampliamento del Centro Luc Sangaré. Dalla sua creazione, oltre 5.000 studenti hanno frequentato i corsi. Si tratta per lo più di studenti provenienti da diverse scuole di Bamako, impiegati o in cerca di lavoro. I corsi serali giornalieri, che si tengono dalle 18 alle 20, affrontano temi come la gestione dei progetti, la gestione delle risorse umane, l’informatica, la comunicazione aziendale e l’inglese.

La Fondazione ha anche finanziato il materiale didattico, i computer e un generatore elettrico.

Il Metodo Hobart® è una forma di danza-terapia per bambini e adulti diversamente abili

Metodo Hobart : La Terapia attraverso la Danza

La danza, come disciplina artistica, è un modo unico di far emergere le qualità espressive non verbali, specialmente nelle persone diversamente abili.

Il Metodo Hobart è stato formulato da Gillian Hobart, nota ballerina e illustre insegnante, docente ospite per la danza moderna presso l’Accademia Nazionale di Danza (Roma), il Centro Sindacale di Danza (Roma) e il Centro Regionale di Danza (Corso di Perfezionamento) di Reggio Emilia; è inoltre Counselor nel metodo psicoterapeutico di Carl Rogers presso il Centro Italiano di Psicologia Clinica di Roma.

Il Metodo Hobart è stato specialmente elaborato per dare agli allievi e ai pazienti una maggiore consapevolezza del loro corpo. Attraverso questa terapia, che incoraggia l’espressione fisica, le persone diversamente abili e che hanno delle difficoltà di linguaggio, possono acquisire una maggiore espressività del corpo che facilita la relazione con gli altri. La sua innata capacità di espressione personale in difesa della persona non verbale e fisicamente svantaggiata, porta ad un migliore rapporto con gli altri e a “conoscere se stessi attraverso la danza”.

I primi risultati positivi del Metodo Hobart sono stati sviluppati presso l’Associazione per l’Assistenza e l’Integrazione Sociale (AAIS) di Bracciano, la Cooperativa per la Solidarietà di Ladispoli e il Movimento Centrale Danza & Teatro di Rimini. È stato applicato anche nelle scuole pubbliche dell’Emilia-Romagna, con particolare attenzione alle classi miste che presentano aggressività, sindrome di Down e violenza familiare.

Durante tutto il corso di studio si è posto l’accento anche sull’apprezzamento musicale, fondamentale per il buon esito dell’unità corpo-mente.
La Fondazione Cuomo sostiene il Metodo Hobart presso il Centro del Movimento Centrale dal 2001.

Un'organizzazione che esegue interventi di ricostruzione facciale in Niger.

Operazione Smile

Interventi di ricostruzione facciale in Niger su giovani bambini

Operation Smile è un’Organizzazione nata nel 1989 che esegue interventi di ricostruzione facciale in Niger. L’obiettivo è di aiutare i bambini a guarire da patologie come le malformazioni congenite aggravate dalla malnutrizione.

Lo scopo di questi interventi non è solo quello di portare una soluzione ai problemi fisici e morali di queste patologie, ma anche di permettere una riabilitazione e un reinserimento sociale.

Ogni anno vengono organizzate due spedizioni nell’Ospedale Nazionale di Niamey sotto la direzione del Prof. Jean-Marie Servant. Con la sua equipe medica, di cui fa parte il Dott. Daniel Cataldo, e grazie a questa organizzazione sono stati eseguiti più di 1.000 interventi chirurgici.

Nel 2010, la Fondazione Cuomo ha sponsorizzato il programma “Sostegno speciale Luigi Frateschi” che ha ridato “un nuovo sorriso” a 40 giovani pazienti.

Il Prof. Jean-Marie Servant e il Dott. Daniel Cataldo in missione

Posto sotto la supervisione del Ministero dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale

Partnership con l’Università Thuyloi di Hanoi, Vietnam

Nel gennaio 2016 è stato raggiunto un accordo tra l’Università Thuyloi di Hanoi e la Fondazione Cuomo per istituire, costruire e dotare una sala didattica multimediale qualificata. Questa nuova unità didattica funge da laboratorio linguistico e da centro educativo internazionale per i suoi studenti.

L’Università di Thuyloi è riconosciuta come una delle principali università tecniche nel campo delle risorse idriche e delle centrali idroelettriche nel sud-est asiatico. Offre un curriculum multidisciplinare in meccanica, trasporti, costruzioni, approvvigionamento idrico e fognature, IT, risorse naturali, gestione dei disastri ambientali, risorse idriche, energia idroelettrica, economia e cambiamenti climatici da junior college a livello post-laurea.

 

CENTRO EDUCATIVO INTERNAZIONALE

Il Centro internazionale di istruzione è stato attuato in un contesto in cui è obbligatorio studiare l’inglese come materia per tutti gli studenti dell’università e tutti i programmi avanzati sono insegnati in inglese.
A livello globale, l’inglese è la lingua ufficiale universale per l’insegnamento. L’Università riconosce la necessità di un centro linguistico internazionale aggiornato per creare un moderno ambiente di studio e di ricerca per gli studenti e dare loro tutte le possibilità per accedere ad una carriera professionale di successo.

Caffè culturale di Tiébélé

Nel 2016, la Fondazione ha sostenuto un’iniziativa locale organizzata a Tiébélé: la creazione di un “Caffe culturale” in prossimità della Corte Reale, un sito storico di grande importanza situato a Sud del Burkinabé.
Il progetto è ambizioso sia sul piano sociale che economico.

Il “Caffè culturale” gestito dal Signor Herman Nassara propone un luogo di socializzazione che accoglie allo stesso tempo la popolazione locale ed i turisti di passaggio a Tiébélé.

Il luogo è un punto di incontro per i diversi strati sociali della regione: il gruppo di jazz locale, le guide turistiche e i giovani della regione.

Maurice et Sagna & «Authentik Business»

Maurice Sagna titolare di un diploma tecnico, vive e lavora a Dakar. Nel 2016, durante la costruzione del Centro Cardio-Pediatrico Cuomo a Dakar, Maurice ha collaborato con tutte le equipe del Centro in qualità di autista.

In questa occasione, ha incontrato i membri della Fondazione con cui ha condiviso il suo desiderio di lanciare una nuova attività: un’impresa di autisti e di affitto di automobili.

La Fondazione Cuomo è stata conquistata dall’impegno e dalla determinazione del progetto del Signor Maurice Sagna, ha quindi deciso di sostenere lo slancio imprenditoriale del giovane senegalese.

Ha ricevuto un finanziamento in due fasi per l’acquisto di due macchine. In seguito, ha assunto un secondo autista e affittato un locale per installare la sua agenzia che si chiama: “Authentik Business”. Oggi Maurice gestisce un’impresa che funziona molto bene. early and with only a basic technical vocational certificate.

Share This