Il grido (2020), Aziz N’Diaye- Mix-médias, 120 X 120 cm © Fondazione Cuomo

La Fondazione Cuomo ha acquistato una nuova opera dell’artista plastico senegalese Aziz N’Diaye intitolato “il grido”. La tela, che il suo autore qualifica di “sopravvivenza”, è l’espressione di un artista coinvolto davanti alla crisi sanitaria mondiale e alla disperazione delle donne e degli uomini che ne fanno fronte.

Originario della città di Thiès, famosa per la sua manifattura di tappetti dove esercita il mestiere di tessitore, Aziz N’ Diaye ha collaborato varie volte con la Fondazione. Fu uno dei laureati della mostra Sene’Gala che la Fondazione organizzò nel 2008 all’Hotel de Paris, nel Principato di Monaco. Con i membri del suo collettivo il “Groupe D-10”, Aziz ha preso parte nel 2016 alla realizzazione di murales e installazioni per il Centro Cardio Pediatrico Cuomo (CCPC) di Dakar.

L’opera realizzata principalmente su tela con materiali di ricupero, è un misto tra un quadro, un basso rilievo e un’installazione. La sua composizione con materiali misti (mixte-medias) è una dimostrazione della grande creatività dell’artista. Come al solito, l’artista “plasticien” si è inspirato agli avvenimenti tragici del mondo attuale. L’anno scorso, all’apice della crisi sanitaria in Senegal, Aziz N’Diaye ha regalato al Centro Cardio Pediatrico Cuomo un’opera che rende omaggio al coraggio e al sacrificio di tutto il personale sanitario del CCPC nel fronteggiare la Pandemia.

Ad oggi, la Fondazione possiede tre opere dell’artista senegalese.

Sene’Gala 2008

Progetti correlati

Centre Cardio-Pédiatrique Cuomo

Dakar, Senegal

Articoli correlati

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Share This