+377 97 77 01 66
[Foto: La Signora Kayè Tintana davanti alla sua casa, situata nel cuore della Corte Reale di Tiébélé | foto © 2016 Fondazione Cuomo]

La Signora Kayè Tintana, abitante della Corte Reale di Tiébélé, è stata distinta come “Patrimonio Umano Vivente” dal Ministero della Cultura e del Turismo burkinabé il 14 dicembre 2021.

Designati dal loro paese e riconosciuti dall’UNESCO, i “Tesori Umani Viventi” sono persone che “possiedono un alto livello di conoscenze e competenze per interpretare o ricreare elementi specifici del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

La Signora Kayè Tintana è una delle praticanti più rispettate della pittura murale “Kasséna” che è, all’origine della fama di questo luogo culturale, situato nel sud del Burkina Faso. Per celebrare questa consacrazione, si è tenuta il 14 dicembre, una cerimonia nel sito della Corte Reale. L’ emblematico sito, il cui restauro e manutenzione sono sostenuti dal 2014 dalla Fondazione Cuomo, rimane una delle espressioni più riuscite di questa pratica ancestrale.

Qui l’articolo scritto per l’occasione dal Signor Abatidan Nassara, Presidente dell’Associazione Dizénidani, partner operativo in loco, della Fondazione Cuomo.

Una missione del Ministero della Cultura, delle Arti e del Turismo, guidata dalla Signora Kaboré del Dipartimento generale del Patrimonio culturale, si è svolta nella provincia di Nahouri il 14 dicembre 2021. L’obiettivo è stato di rendere omaggio ai “Tesori umani viventi” della provincia.

La Signora Kayè TINTANA o Mamma Kayè, come è affettuosamente chiamata dal suo entourage, è una delle rare donne nel campo della decorazione murale a Tiébélé. Sposata alla corte reale di Tiébélé, dice di aver imparato questo lavoro a quindici anni dalle donne del suo villaggio natale, soprattutto da sua madre. È stata nominata “Tesoro umano vivente” del Burkina Faso insieme ad altre 16 persone. Nella provincia di Nahouri, ci sono altre due persone che meritano questa distinzione. Sono Zoubiré Sia, il capo di Guian nel comune di Zécco, che lavora nel campo dell’artigianato, e Kayè Tintana, che opera nel settore dell’arte pittorica. Per rendere omaggio a Kayè Tintana, una missione guidata dalla Signora Kaboré, della Direzione Generale del Patrimonio Culturale, ha fatto realizzare un cartellone della SignoraKay suo nome, il 14 dicembre, alla corte reale di Tiébélé. È stato con grande gioia, che gli abitanti della corte hanno accolto questo segno di riconoscimento alla loro madre.

“Mamma Kayè”, ha ottantuno anni, è la più anziana delle formatrici che ogni anno insegnano alle giovani studentesse nell’ambito del concorso “Dora” di decorazione murale organizzato dall’Associazione Dizenidani e sostenuto finanziariamente dalla FONDAZIONE CUOMO, partner sicuro e fedele in questa attività. Oggi il suo sapere viene insegnato alla giovane generazione nel campo dell’arte pittorica. Grazie alle sue conoscenze ancestrali, Kayè Tintana ha potuto viaggiare, accompagnata da altre donne della sua scuola, in diversi paesi del mondo, in particolare in Cina, Francia, Belgio, Algeria, Costa d’Avorio, ecc. Per non parlare dei suoi numerosi viaggi all’interno del paese per esportare la cultura Kassena-nankana. Oggi, ormai anziana, la specialista del Concorso “Dora” è convinta che l’insegnamento alle prossime generazioni è assicurato grazie alla sua formazione. Uno dei principali scopi della Fondazione Cuomo, oltre che un dovere, è trasmettere il sapere ai giovani.

Abatidan Nassara, Tiébélé

Per vedere la versione originale di questo articolo, cliccare sul sito Nahouri News…

Progetto associato

Sostegno all'associazione Dizénidani

Burkina Faso

Articoli correlati

Share This